Quante volte ti sei ritrovata dal parrucchiere col cellulare scarico?

Se gli uomini sono capaci di perdere ore davanti ad uno scaffale di viti o bulloni, le donne passano intere mattine dal parrucchiere, dimenticandosi per qualche tempo della vita circostante.

006Ed in quelle ore passate tra bigodini, tinte e tagli di capelli, quante volte vi siete ritrovate con la batteria del cellulare “in rosso”?

Sicuramente tante, tante volte. Ma se fosse anche solo una, perchè deve capitare?

Vi raccontiamo un aneddoto molto “istruttivo” sotto questo punto di vista.

La moglie di un nostro collaboratore ha un salone e fa la parrucchiera: le capitava che quotidianamente le sue clienti le chiedessero di caricare il cellulare e lei o le faceva attaccare alle prese con i loro caricatori, oppure prestava il suo e a turno si caricavano.

Diciamo che aveva trovato un rimedio, il più usuale, a quello che poteva diventare un problema.

032Un giorno una sua cliente fidata le chiede di caricare: lei le presta il caricatore e la signora si attacca alla presa di corrente. Il problema nasce quando la signora, cercando di utilizzare il suo smartphone, tira il cavo e fa cadere una piastra in ceramica da oltre €. 200,00.

Disastro.

Da quel giorno aveva deciso di non offrire più quel servizio, ovvero la ricarica del cellulare, in quanto gli era costato fin troppo. Il nostro collaboratore, decise però di regalarle RE-CHARGINO.

Da quel giorno tutte le clienti possono ricaricare con il cellulare in mano, senza attaccarsi a prese o altro e lei può tranquillamente continuare il suo lavoro senza rischiare danni o rotture.